La Confederazione Parkinson Italia mette in rete le associazioni di volontariato indipendenti dei territori

Parkinson Italia promuove la crescita e lo sviluppo della rete nazionale delle associazioni di persone con Parkinson, anche favorendo la nascita di nuove organizzazioni per garantire un tessuto sociale solidale e generativo che integri le persone con disabilità.
Parkinson Italia ONLUS è la Confederazione di 25 Associazioni di volontariato, indipendenti, che coinvolgono oltre diecimila persone con Parkinson, familiari e caregiver. In particolare, 24 Associazioni operano nel proprio territorio, a livello regionale, provinciale o cittadino, A.I.G.P. (Associazione Italiana Giovani Parkinsoniani) organizza i giovani con Parkinson a livello nazionale.

Dona ora Parkinson Italia

Progetti

Convegno “Modello di Cura Integrativa” a Cremona il 10 dicembre 2022
30 novembre 2022

Convegno “Modello di Cura Integrativa” a Cremona il 10 dicembre 2022

Prosegue il progetto “Modello di cura integrativa” realizzato da Parkinson Italia, grazie al contributo liberale di Banca d’Italia. Dopo l’ultimo appuntamento in regione Veneto, ad Este (PD) lo scorso 2 giugno, il progetto arriva in regione Lombardia, a Cremona, in collaborazione con l’Associazione Parkinson “La Tartaruga” e l’ASST di Cremona.

Convegni / Appuntamenti

Riparte “NON SIETE SOLI”: il ciclo di webinar gratuiti per le persone con Parkinson, i familiari e i caregiver
12 settembre 2022

Riparte “NON SIETE SOLI”: il ciclo di webinar gratuiti per le persone con Parkinson, i familiari e i caregiver

Dopo il fermo della pausa estiva, riparte “Non siete Soli” il ciclo di  webinar gratuiti per le persone con Parkinson e i caregiver familiari che si svolgeranno, online, ogni giovedì dalle ore 17.00 alle 18.00.

Ritorno agli alamari
La voce del presidente

Giangi Milesi: la resilienza è come l’arte del Kintsugi, ripariamo la vita con l’oro che c’è in noi

Il Presidente Giangi Milesi rilascia un intervista a “Quoziente Umano”, l’informazione di Humaneges

Leggi l’intervista

L’invito di Vincenzo Mollica alla mostra fotografica