Parkinson Italia - Confederazione Associazioni Italiane Parkinson e Parkinsonismi (onlus)

 
mercoledì 7 dicembre 2011

USA: caregivers ad alto rischio di stress, malattie e depressione

USA: caregivers ad alto rischio di stress, malattie e depressione

Essere un caregiver è il lavoro più difficile e nessuno ne parla mai. Secondo l’ Alleanza Nazionale per Caregiving e la AARP- American Association of Retired Persons, più di 65 milioni di americani fanno i caregivers a membri della famiglia con una vasta gamma di malattie, tra cui Alzheimer, diabete avanzato, Parkinson e molti altri.

Secondo le statistiche governative USA, i caregivers sperimentano un più alto rischio di ictus, il doppio del tasso di malattie croniche e hanno il 40-70 per cento di aumento della possibilità di soffrire di depressione. Inoltre, costano alle aziende del paese più di 33 miliardi dollari in perdita di produttività, secondo uno studio AARP, cosa che rende la sicurezza del lavoro un’ulteriore fonte di stress. ”La cosa più rilevante è che i caregivers non si danno una pausa“, ha detto Sharon Brothers, un’assistente sociale con quasi due decenni di esperienza con le badanti e le loro famiglie. ”La maggior parte dei caregivers stanno aggiungendo questo ruolo al loro lavoro, i loro figli, il matrimonio e altri impegni. Trovare il tempo per una pausa può sembrare impossibile, date le crescenti esigenze di una vita già occupata.“

Sharon Brothers è anche vice presidente esecutivo del Villaggio del Caregiver, una comunità Internet omnibus, snodo di risorse per i caregivers che include e ospita forum di esperti e persino un gioco ‘caregiver’ online. La sua visione è che i caregivers hanno bisogno di strumenti reali con un contorno di ricreazione per alleviare le loro sollecitazioni. ”I caregivers danno veramente valore al contatto con altri operatori sanitari che condividono le loro esperienze e sfide“, ha detto Brothers.”Nonostante il gran numero di persone colpite, si sarebbe stupito di come spesso si sentono soli. E la verità è che non importa la situazione che li ha resi un caregiver, molte delle sfide che devono affrontare sono le stesse. Essi hanno in comune l’uno con l’altro più che quasi ogni altro gruppo di americani“. La mancanza di tempo libero è anche un fattore, che è il motivo per cui Sharon Brothers e la squadra del Villaggio del Caregiver hanno creato un gioco interattivo online per operatori sanitari per aiutarli a godere di un po’ di intrattenimento senza sensi di colpa. ”I giochi per computer vengono utilizzati in modo produttivo in una vasta gamma di situazioni critiche“, ha detto Sharon Brothers. ”Proprio di recente è stato annunciato che un gruppo di giocatori ha utilizzato un puzzle-game che hanno creato per aiutare i ricercatori sull’AIDS a creare una mappa di un enzima chiave che potrebbe essere utilizzato come un inibitore della proteasi per pazienti affetti da AIDS. I Ricercatori avevano lavorato per 10 anni per sbloccare il codice che i giocatori hanno decifrato in tre settimane. Se si possono utilizzare i giochi per salvare vite umane, abbiamo pensato che avremmo potuto usare un gioco che si basa sulla missione di accudimento per offrire alle persone un po’ di sollievo dalla loro routine quotidiana. Abbiamo diviso il gioco in episodi che possono essere giocati in un breve lasso di tempo e abbiamo integrato le informazioni che possono aiutare i caregivers nella loro missione. In questo modo, essi non devono sentirsi in colpa per giocare, perché in realtà stanno imparando cose utili. Alla fine, crediamo che alcuni di questi elementi possono contribuire a portare un po’ di sollievo alle persone la cui giornata non è mai veramente finita.”

Sharon Brothers, vice presidente esecutivo del Villaggio del Caregiver, in possesso di un master in lavoro sociale presso l’Università della British Columbia, ha costruito e gestito alcuni dei centri specializzati nella prima cura per le persone con Alzheimer e la demenza sia a Washington che in California, e più recentemente ha sviluppato una società di e-learning per i professionisti della cura. Lavora con assistenti familiari, sia nel villaggio del caregiver che nella guida di un gruppo familiare di supporto per l’ospedale della sua comunità.


[indietro]

[torna su]

ASSOCIAZIONI CONFEDERATE

LE ASSOCIAZIONI SI PRESENTANO

Parkinsoniani Associati Mestre Venezia e provincia

Un'associazione.... tanti progetti...

COLLABORIAMO CON


Avvisami!

Metti la tua Email e saprai quando ci sono nuovi articoli.

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Vedi tutti


© 2015 All right reserved | Parkinson Italia ONLUS - Via S. Vittore 16 - 20123 MILANO | Codice Fiscale: 96391930581 | Telefono: +39 348.75.85.755 | segreteria@parkinson-italia.it