Nella pratica del Nordic Walking, l’utilizzo dei bastoncini oltre a dare una grande sicurezza al paziente, permette da subito di ampliare di molto l’escursione delle braccia e di conseguenza anche allungare il passo mantenendo un saldo equilibrio. Anche la postura viene migliorata di molto mediante l’appoggio del bastoncino.

La camminata nordica (in inglese nordic walking) è una tecnica di camminata sportiva che viene praticata con l’ausilio di appositi bastoncini. Può essere praticata per benessere, per fitness o per sport, dalla camminata tranquilla e terapeutica fino agli esercizi degli atleti e alla fisioterapia.

La tecnica della camminata nordica è “semplicemente” un inserimento dei bastoni nella camminata normale e naturale. La tecnica dell’utilizzo dei bastoni è simile a quella dello sci da fondo classico (passo alternato): il bastone viene appoggiato al terreno in corrispondenza della proiezione del baricentro del corpo. L’appoggio del bastone sul terreno permette una notevole riduzione del carico delle articolazioni delle ginocchia, delle caviglie e delle anche. Applicando la tecnica corretta, si riesce a coinvolgere gran parte della muscolatura corporea rendendo la camminata nordica una forma di allenamento aerobico di grande efficacia. Come lo sci da fondo anche questo sport è un ottimo allenamento cardiovascolare e l’esercizio regolare migliora considerevolmente le prestazioni del cuore e dei polmoni, oltre a tonificare e rinforzare la muscolatura di tutto il corpo.

L’insegnamento della tecnica della camminata nordica moderna, oltre a far apprendere un corretto uso dei bastoni, consente anche il recupero della naturale camminata senza bastoni, l’assunzione di una postura eretta e della stabilità centrale del corpo, cioè l’uso attivo dei muscoli della schiena e dell’addome. Un principio fondamentale della disciplina è che tutte le abilità acquisite praticandola devono essere poi trasferite anche nella vita di tutti i giorni.

L’ammalato di Parkinson tende ad avere una andatura a piccoli passi, con la postura flessa e il baricentro in avanti, con le mani che vengono tenute generalmente sull’interno delle anche, con pochissima escursione. Le maggiori difficoltà del parkinsoniano sono quelle a muovere il primo passo, a fermarsi, a fare dietro-front e a passare vicino a degli ostacoli.

Nella pratica del Nordic Walking, l’utilizzo dei bastoncini oltre a dare una grande sicurezza al paziente, permette da subito di ampliare di molto l’escursione delle braccia e di conseguenza anche allungare il passo mantenendo un saldo equilibrio. Anche la postura viene migliorata di molto mediante l’appoggio del bastoncino.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla newsletter

Contribuisci

Diventa volontario

Seguici su

Sostienici -

Attività locali

18 marzo 2020 Trento

Il "Notiziario Parkinson"

11 marzo 2020 Venezia Mestre

Il "Nuovo Parko" Marzo 2020, N. 150

11 febbraio 2020 Venezia- Mestre

Il "Nuovo Parko" Febbraio 2020, N. 149

13 gennaio 2020 Venezia-Mestre

Il "Nuovo Parko" Gennaio 2020, N. 148

24 novembre 2019 Collegno (TO)

Giornata Nazionale Parkinson a favore del progetto Dance Well