TRE COSE BELLE DA NAPOLI

TRE COSE BELLE DA NAPOLI

PER IL PC DELLE PERSONE CON DISABILITA' IVA RIDOTTA AL 4%
SEMPLIFICATO L'ACCERTAMENTO DELL'INVALIDITA'

Giuseppe Vecchio ci chiede di dare notizia dell'IVA ridotta al 4% per gli strumenti informatici per le persone con Malattia di Parkinson.

La seconda notizia è la vincita del primo premio al Concorso ProMIS per la digitalizzazione nel campo della salute. L'associazione Parkinson Parthenope si è classificata prima con il progetto "What Happens Seeing a Butterfly" redatto dal professor Luigi Foggia.

Il progetto per il trattamento in telemedicina con riabilitazione digitale dei disordini dovuti a Malattia di Parkinson è stato giudicato fra 12 finalisti da una giuria mista di esperti e di voto popolare.
Oltre a complimentarsi per questi risultati, Parkinson Italia si felicita con Giuseppe Vecchio per l’elezione a Presidente di Parkinson Parthenope, ringrazia Filippa Santoro per aver guidato l’Associazione e porge a Giuseppe, Filippa, Marina Agrillo, Anna Vitulano e Bartolomeo Servillo e al Comitato Scientifico i migliori auguri di buon lavoro.

PER IL PC DELLE PERSONE CON DISABILITA’ IVA RIDOTTA AL 4%
SEMPLIFICATO L’ACCERTAMENTO DELL’INVALIDITA’
Cari amici, vi prego di segnalare a tutte le Associazioni del mondo Parkinson che si applica l’IVA ridotta al 4% per l’acquisto di PC, tablet come di qualsiasi strumento informatico che favorisca la socializzazione di persone con disabilità come la Malattia di Parkinson. All’IVA ridotta si aggiunge la possibilità di detrarne o dedurne il 19% del costo nella successiva dichiarazione. E’ una delle novità contenute nella conversione in legge del cosiddetto Decreto Semplificazioni per la semplificazione e l’innovazione digitale. Oltre ad avere acquistato prodotti Apple con IVA al 4% e scarico del 19% e ho ottenuto che una circolare interna informasse tutti i negozi Apple Italia di queste disposizioni di legge.
Fondamentale per noi l’articolo 29-ter che rivoluziona l’approccio all’accertamento dell’invalidità e alla sua permanenza. Ora dobbiamo chiedere a Pasquale Tridico di allineare l’INPS al nuovo approccio. Ogni giorno la nostra lotta continua.
Giuseppe Vecchio – Presidente Parkinson Parthenope

Disposizioni per favorire l’accesso delle persone con disabilità agli strumenti informatici. Modifiche alla legge 9 gennaio 2004, n. 4 (art. 29)
La norma prevede di estendere il diritto di accesso delle persone con disabilità ai servizi telematici e web, finora previsti per la Pubblicazione Amministrazione, ai soggetti privati con un fatturato medio degli ultimi tre anni superiore ai 500 milioni di euro, che offrono servizi al pubblico attraverso siti web o applicazioni mobili. Il testo prevede che l’inosservanza delle disposizioni possa essere accertata e sanzionata dall’AGID. L’articolo inoltre prevede l’istituzione presso il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti di un Fondo per l’accessibilità e la mobilità delle persone con disabilità, finalizzato alla copertura finanziaria di interventi per l’innovazione tecnologica delle strutture, contrassegno e segnaletica per la mobilità delle persone con disabilità. In particolare con tale Fondo, si vuole realizzare una piattaforma unica nazionale informatica di targhe associate a permessi di circolazione dei titolari di contrassegni.

Accertamenti per il riconoscimento di benefici a portatori di handicap nel settore dei sussidi tecnici e informatici (art. 29-bis)
Vengono definiti gli accertamenti dei requisiti sanitari ai fini del riconoscimento dei sussidi tecnici e informatici per i soggetti portatori di handicap, anche con riferimento al beneficio dell’aliquota IVA ridotta. Nello specifico, si prevede che:
➢ i verbali delle commissioni mediche delle aziende sanitarie locali, necessari per il rilascio del contrassegno di invalidità e le agevolazioni per l’acquisto di veicoli idonei, riportino anche la sussistenza dei requisiti sanitari per il riconoscimento dei sussidi tecnici e informatici.
➢ un decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, di natura non regolamentare definisca una revisione della disciplina relativa alle condizioni per l’applicazione ai soggetti portatori di handicap dell’aliquota IVA ridotta nella misura del 4 per cento, con riferimento alle cessioni e importazioni dei sussidi tecnici ed informatici.

Semplificazione dei procedimenti di accertamento degli stati invalidanti e dell’handicap (art. 29-ter)
La norma stabilisce che le commissioni mediche pubbliche preposte all’accertamento delle minorazioni civili e dell’handicap sono autorizzate a redigere verbali sia di prima istanza che di revisione anche solo sugli atti, senza quindi procedere ad una visita diretta, in tutti i casi in cui sia presente una documentazione sanitaria che consenta una valutazione obiettiva. Inoltre, la valutazione sugli atti può essere richiesta dal diretto interessato o da chi lo rappresenta unitamente alla produzione di documentazione adeguata o in sede di redazione del certificato medico introduttivo.