Caregiver familiare: strategie e misure concrete di sostegno

Caregiver familiare: strategie e misure concrete di sostegno è stato il tema del Convegno dello scorso 13 gennaio che si è svolto a Bologna in cui sono state illustrate le strategie europee, italiana, francese sul tema, con un focus sulle azioni specifiche attuate dalla Regione Emilia-Romagna che possono diventare un modello e una strategia da promuovere a livello nazionale.

 

La Regione Emilia Romagna – dopo l’approvazione della Legge Regionale 2/14 di riconoscimento e valorizzazione del Caregiver familiare, e relative Linee attuative – con la DGR. 2318 del 22/11/2019,  ha dato infatti il via, così come di recente il Governo Francese, ad un piano concreto di misure e risorse economiche a sostegno dei familiari che si prendono cura.

Le strategie messe in campo dalla Regione Emilia- Romagna,  sono state illustrate da Kyriakoula Licia Petropoulacos – Direttore Cura della persona, Salute e Welfare, Regione Emilia Romagna, mentre la strategia francese da Alexis Rinckenbach, Capo dell’Ufficio degli affari europei ed internazionali- Direzione generale della Coesione sociale -Ministero della Solidarietà e della Salute. Sono Interventi, tra gli altri, Lalla Golfarelli (presidente Carer Asp) e Loredana Ligabue (Responsabile Area Care, affiliata Eurocarers).

Nello specifico, le misure attuate dalla Regione Emilia-Romagna riguardano:

  • formalizzazione del riconoscimento del caregiver anche attraverso una carta identificativa (CARD del caregiver”);
  • elaborazione di un format unico per la stesura del Piano Assistenziale Individuale (PAI) con identificazione chiara anche dei bisogni del caregiver;
  • monitoraggio delle iniziative di formazione e informazione a favore dei caregiver nei diversi territori della regione;
  • progettazione per la realizzazione di un Portale Web regionale di informazione e supporto al caregiver;
  • adozione di validi strumenti di valutazione dello stress fisico e psichico del caregiver.

La Legge regionale 2/2014 sul caregiver (scarica l’allegato) :

  • Definisce e riconosce il caregiver familiare
  • Afferma la libera scelta del caregiver che volontariamente e consapevolmente si assume compiti di assistenza e cura;
  • Richiama il rapporto con i servizi sociali, socio-sanitari e sanitari regionali;
  • Elenca gli interventi a favore del caregiver familiare da parte della Regione, delle AUSL e dei Comuni, con la partecipazione del 3°Settore;
  • Prevede una rete di sostegno al caregiver familiare nell’ambito del sistema integrato dei servizi regionali;
  • Richiama la possibilità di riconoscimento delle competenze acquisite nel lavoro di cura;
  • Prevede azioni di sensibilizzazione e partecipazione.

Inoltre, il coinvolgimento del paziente e della sua famiglia, è previsto anche dai Nuovi Lea (DPCM 12.1.2017 art.21,comma3) e dal Piano Nazionale Cronicità. 

Per maggiore approfondimenti sulle azioni attuate dalla Regione Emilia-Romagna leggi gli Allegati.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla newsletter

Contribuisci

Diventa volontario

Seguici su

Sostienici -

Attività locali