Incontro con il Dr. Ray Dorsey

Incontro con il Dr. Ray Dorsey

L'Associazione Italiana Giovani Parkinsoniani (A.I.G.P.) giovedì 2 luglio, alle ore 19.00, organizza un incontro con il Dottor Ray Dorsey, in collegamento da New York, autore del libro "Ending Parkinson's Desease". Secondo Dorsey la malattia di parkinson è il disturbo neurologico in più rapida crescita nel mondo.

Ecco i punti della battaglia del Dottor Dorsey

* Prevenzione – Il primo passo verso qualsiasi pandemia è contenerla. Non abbiamo fatto altro che alimentarla. Un pesticida chiamato paraquat è legato alla malattia, vietato dalla Cina e da altri 31 paesi, ma l’uso negli Stati Uniti è raddoppiato nell’ultimo decennio. Un’altra sostanza chimica chiamata tricloroetilene, o TCE, usata in tutto, dal caffè decaffeinizzante (negli anni ’70) alla rimozione del grasso, contamina oltre la metà dei siti Superfund negli Stati Uniti e migliaia di altri siti. Nel processo di scrittura del libro, ho trovato uno di questi siti a 15 minuti da casa. Il prodotto chimico contamina fino al 30% delle acque sotterranee negli Stati Uniti e può evaporare (come il radon) nelle case e nei luoghi di lavoro senza che nessuno lo sappia. Dobbiamo vietare queste sostanze chimiche tossiche che contribuiscono all’aumento del Parkinson.
*Advocate – Dobbiamo sostenere politiche e risorse migliori. Mentre il numero di americani con il Parkinson è aumentato in modo esponenziale negli ultimi 10 anni, i finanziamenti sono diminuiti alla stessa velocità. 
* Take Care – Dobbiamo prenderci cura di tutti coloro che sono affetti dalla malattia. Oltre 40 perfetti degli americani con la malattia non vedono un neurologo subito dopo la diagnosi. Quelli che non hanno più probabilità di fratturarsi l’anca, di essere collocati in strutture di cura specializzate e di morire. Dobbiamo usare la telemedicina per portare assistenza ai pazienti nelle loro case e diffondere modelli di cura esperti a tutti coloro che ne hanno bisogno.
* Trattamenti – Il farmaco più efficace per il Parkinson (levodopa) ha più di 50 anni e non affronta la malattia di fondo. Abbiamo bisogno di una nuova generazione di terapie che possano aiutare a rallentare la progressione della malattia

Sarà possibile partecipare al Convegno sulla piattaforma zoom anche con la traduzione simultanea  in italiano.

L’evento è stato reso possibile grazie a PJ parkinson Support USA, All’Associazione Italiana Giovani Parkinsoniani, alle Associazioni Parkinson di tutta Italia e  allo staff tecnico di Parkizone.

Per partecipare all’evento occorre registrarsi al seguente link 

https://www.parkinsongiovani.com/eventi/parkinson-s-the-fastest-growing-neurological-disorder-in-the-world-con-dr-ray-dorsey