Parkinson Italia - Confederazione Associazioni Italiane Parkinson e Parkinsonismi (onlus)

 
martedì 19 febbraio 2013

Obama punta sulla ricerca scientifica:
”mappare” il cervello è l’obiettivo

Obama punta sulla ricerca scientifica:
”mappare” il cervello è l’obiettivo

Un’iniziativa storica che dovrebbe avere lo stesso peso e gli stessi effetti di quella lanciata negli anni Novanta sul Genoma.

Ben tre miliardi di dollari in dieci anni, coinvolgendo agenzie pubbliche, istituti privati e scienziati di tutti gli Stati Uniti, per studiare il cervello per capire come funziona, come curarlo e anche per far avanzare l’intelligenza artificiale. Si tratta del «Brain Activity Map project», che il governo americano si prepara ad annunciare il prossimo mese, per fare la “mappatura” del cervello umano.

L’America sta uscendo dalla crisi economica e ha bisogno di idee per accelerare la ripresa. Le innovazioni che la Ricerca scientifica produce sono un volano per altre attività utili e redditizie. 

Obama ne aveva accennato recentemente e aveva definito la ricerca sul cervello uno degli esempi di come il governo dovrebbe “investire nelle migliori idee”. Aveva inoltre ricordato che lo “Human Genome Project” (avviato nel 1990 e concluso nel 2003 con la mappatura del Dna) ha fruttato all’economia statunitense ben 140 dollari di ritorno per ogni dollaro investito! Vale a dire 3,8 miliardi spesi e 800 miliardi di ricavi.

La ragione di tanto interesse sta nelle prospettive del progetto: un campo infinito di possibili ritorni. Secondo lo studioso Gerald Crabtree di Stanford, il nostro cervello è in declino per cause genetiche e la mappatura delle sue attività ci consentirebbe di sfruttare meglio le sue potenzialità, ma anche di curare malattie come Alzheimer e Parkinson, e infine trasferire le conoscenze acquisite nello sviluppo dell’intelligenza artificiale. 

Molte istituzioni si stanno concentrando sul cervello, ad esempio la Columbia University, che con la progettazione di Renzo Piano sta costruendo un nuovo campus – affidato al premio Nobel Eric Kandel – chiamato “Mortimer B. Zuckerman Mind Brain Behavior Institute”

Si tratta di un’intera facoltà dedicata allo studio del cervello umano: dalla psicologia alla medicina, dal comportamento degli esseri umani alla loro possibilità di interagire con le macchine, dalla matematica alle scienze politiche, fino all’arte e oltre... 

L’Amministrazione Obama ha deciso di buttarsi nello stesso settore, col compito di coordinare tutti gli sforzi favorendo la collaborazione fra le strutture, come i National Institutes of Health, la Defense Advanced Research Projects Agency (che aveva creato internet), la National Science Foundation, ai quali si aggiungono gruppi privati, come lo Howard Hughes Medical Institute di Chevy Chase e l’Allen Institute for Brain Science di Seattle. 

Il Times anticipa che l’annuncio sarà dato a marzo, quando sarà presentato il bilancio nazionale, perché è lì che saranno indicate anche le cifre da investire. Si parla di almeno 3 miliardi di dollari in dieci anni, ma gli scienziati coinvolti sperano di andare anche oltre.


[indietro]

[torna su]

ASSOCIAZIONI CONFEDERATE

LE ASSOCIAZIONI SI PRESENTANO

Parkinsoniani Associati Mestre Venezia e provincia

Un'associazione.... tanti progetti...

COLLABORIAMO CON


Avvisami!

Metti la tua Email e saprai quando ci sono nuovi articoli.

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Vedi tutti


© 2015 All right reserved | Parkinson Italia ONLUS - Via S. Vittore 16 - 20123 MILANO | Codice Fiscale: 96391930581 | Telefono: +39 348.75.85.755 | segreteria@parkinson-italia.it