Parkinson Italia - Confederazione Associazioni Italiane Parkinson e Parkinsonismi (onlus)

 
mercoledì 19 giugno 2013

Parkinson in Italia: Il paziente paga di tasca propria le carenze dello Stato

Parkinson in Italia: Il paziente paga di tasca propria le carenze dello Stato
Nella foto: Gianfranco Conti - Direttore Generale Fondazione Cesare Serono
 

Un gruppo di ricercatori dell’ALTEMS ha eseguito uno studio, finanziato dalla Fondazione Cesare Serono, sui costi della malattia di Parkinson in Italia.

I risultati, presentati in occasione del Congresso della Confederazione Associazioni Regionali di Distretto (CARD), hanno evidenziato che, nonostante il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) cerchi di offrire cure e servizi, i malati e le loro famiglie devono sostenere un grande carico in termini di assistenza e spesa.

L’ALTEMS è l’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e i suoi ricercatori sono impegnati nella valutazione della efficienza dei sistemi di assistenza sanitaria e nella formulazione di modelli che permettano di ottimizzare il rapporto fra investimenti e qualità dei servizi e delle funzioni offerte.

Lo studio finanziato dalla Fondazione Cesare Serono aveva l’obiettivo di quantificare la spesa che SSN, malati di Parkinson e loro famiglie e Società nel suo insieme sostengono per la malattia. È stata misurata anche la qualità della vita dei malati con appositi strumenti. La ricerca si è basata su un archivio di dati raccolti precedentemente dal Centro Studi Investimenti Sociali (CENSIS) che aveva eseguito una indagine di ampio respiro su vari aspetti della malattia di Parkinson.

I ricercatori dell’ALTEMS hanno applicato tariffari relativi ai servizi offerti dal SSN nelle varie Regioni italiane per calcolare i costi: dai farmaci ai ricoveri e alla riabilitazione. Hanno quantificato anche i costi sostenuti dalle persone con malattia di Parkinson, come quelli necessari per raggiungere i Centri che li seguono, o per le persone che li assistono a domicilio, ad esempio le badanti.

Sia per quanto riguarda le spese del SSN che per quelle dei malati, le cifre sono più alte nelle Regioni del Centro, rispetto a quelle del Nord e del Sud, e i fattori correlati ai massimi valori di spesa sono l’età avanzata e la gravità della malattia. La spesa totale annuale, calcolata dai ricercatori, varia fra 3500 e 4800€ per il SSN, fra 1500 e 2700€ per i malati e fra 10000 e 17000€ per la Società.

Riportando questi dati al numero di persone con malattia di Parkinson presenti in Italia, è stato calcolato che il carico totale per il SSN, relativo a questa patologia, sia compreso fra 1.1 e 1.3 miliardi di euro e quello per la Società fra 2.2 e 2.9 miliardi di euro.

Nonostante queste ingenti spese, esistono ancora ampi margini di miglioramento nella fornitura di assistenza e servizi se è vero che, come già detto, malati e famiglie a loro volta sono gravati da spese e impegni importanti e i dati sulla qualità della vita indicano che c’è ancora molto da fare.
 


[indietro]

[torna su]

ASSOCIAZIONI CONFEDERATE

LE ASSOCIAZIONI SI PRESENTANO

Parkinsoniani Associati Mestre Venezia e provincia

Un'associazione.... tanti progetti...

COLLABORIAMO CON


Avvisami!

Metti la tua Email e saprai quando ci sono nuovi articoli.

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Vedi tutti


© 2015 All right reserved | Parkinson Italia ONLUS - Via S. Vittore 16 - 20123 MILANO | Codice Fiscale: 96391930581 | Telefono: +39 348.75.85.755 | segreteria@parkinson-italia.it