Parkinson Italia - Confederazione Associazioni Italiane Parkinson e Parkinsonismi (onlus)

 

Commenti e opinioni

  • Comprendere e gestire la vergogna e l'imbarazzo

    Quelli di noi che vivono con il Parkinson spesso sperimentano la vergogna e l'imbarazzo per alcuni sintomi della malattia. Quando si mangia in pubblico, per esempio, tremori alle mani possono farci versare il cibo, o ci obbligano a lottare per estrarre i soldi o le carte di credito dal portafogli, mentre il cassiere e clienti si mostrano insofferenti...
    Comprendere e gestire la vergogna e l'imbarazzo
  • Pacemaker: Assobiomedica rassicura sulla sicurezza

    Dopo che la trasmissione Tv "Report" del 5/10/2014 ha creato allarme tra i portatori di Pacemaker, l'associazione delle aziende produttrici specifica che le aziende associate ad Assobiomedica "non si avvalgono dell’Istituto Superiore di Sanità per la certificazione dei prodotti, ma di altri prestigiosi organismi europei accreditati".
    Pacemaker: Assobiomedica rassicura sulla sicurezza
  • Migliorare lo stato d'animo per la qualità della vita con il Parkinson

    Migliorare lo stato d’animo, più che i movimenti, può essere la più grande sfida per i pazienti con malattia di Parkinson. Uno studio in corso su più di 6.000 pazienti con Parkinson in quattro paesi ha scoperto che l'ansia, la depressione e la negatività hanno avuto il maggiore impatto sulla salute di tutti i sintomi esaminati. Lo studio, condotto dal National Parkinson Foundation, ha testato anche dolore, difficoltà della parola e difficoltà motorie.
    Migliorare lo stato d'animo per la qualità della vita con il Parkinson
  • Terzo Settore: da ‘operatore sociale’ a ‘imprenditore sociale’

    L'Istat ha censito in Italia 475mila enti non profit. Nel 2001 erano circa la metà: 235mila. Dati alti. Eppure nel 2012 le organizzazioni iscritte nei registri del «5 per mille» erano 43.900. Solo il 9% circa. E anche le donazioni sono inferiori al potenziale. Ma qual è la ragione di questa fatica? Gli esperti sono abbastanza concordi. Rilevano innanzitutto, la carenza di figure interne al terzo settore in grado di svolgere un'attività di raccolta fondi in modo professionale.
    Terzo Settore: da ‘operatore sociale’ a ‘imprenditore sociale’
  • La “Dichiarazione Globale sulla malattia di Parkinson” 17 anni dopo

    Non è facile cogliere immediatamente tutta l’importanza della “Dichiarazione Globale sulla malattia di Parkinson” del 1997 che, a prima vista, sembra ridursi ad una celebrazione la cui forma supera di gran lunga il contenuto. Eppure, non si può non riconoscere che se si è incominciato a parlare di Parkinson in una prospettiva planetaria, lo si deve – non poco – a questo importante documento, che sin dal suo lancio ha ottenuto in tutto il mondo il plauso di figure pubbliche di primo piano e di leader di rilevanza mondiale, i quali hanno espresso il loro sostegno firmandolo di proprio pugno.
    La “Dichiarazione Globale sulla malattia di Parkinson” 17 anni dopo
  • Fare volontariato è un toccasana per la salute ed elisir di lunga vita

    Recenti ricerche scientifiche hanno dimostrato che praticare volontariato nella giusta misura giova alla salute. Diminuisce stress e colesterolo, aumenta autostima e benessere psichico, addirittura rende longevi. Sono solo alcuni dei vantaggi positivi che otterrebbe chi dedica un po’ del proprio tempo agli altri. L’importante è non esagerare, altrimenti possono generarsi ansia e tensione.
    Fare volontariato è un toccasana per la salute ed elisir di lunga vita
  • Sanità: cambiare innovando

    Pubblichiamo il testo completo dell'intervento in Senato, in occasione del dibattito sulla fiducia al governo Renzi (25 febbraio 2014), della Sen. Emilia Grazia De Biasi, Presidente della Commissione Igiene e Sanità: "Signor Presidente, Lei ha ringraziato giustamente i tanti insegnanti, io vorrei che si associasse con noi al ringraziamento alle tantissime persone che ogni giorno lavorano nella sanità e nel welfare del nostro paese, in alcuni casi, in condizioni francamente preoccupanti. Condivido quando ha detto, che bisogna cambiare, ma sono ancora più convinta che bisogna cambiare innovando…"
    Sanità: cambiare innovando
  • Parkinson, che fare? Fisioterapia ed esercizio fisico, in attesa di nuovi farmaci nel 2014

    Possiamo dare una buona qualità della vita ai nostri pazienti: se si inizia una terapia nei primi quattro anni dall'esordio si riesce ad avere un buon controllo per quindici-venti anni. Al momento attuale la Levodopa (L-DOPA) resta il farmaco cardinale, ma nel 2014 probabilmente arriverà in commercio una pastiglia di Levodopa che dura 6 ore anziché 2 o 3, più altre molecole come il safinamide, in grado di alleviare i sintomi motori e non.
    Parkinson, che fare? Fisioterapia ed esercizio fisico, in attesa di nuovi farmaci nel 2014
  • Abbruzzese: su assistenza Parkinson, Italia in ritardo

    I numeri del Parkinson parlano chiaro: almeno 220.000 casi in Italia, cioè una delle malattie maggiormente presenti nelle famiglie italiane. Riguardo all'assistenza, l'Italia è in ritardo: ai pazienti servono centri di riferimento ad alta specializzazione, reti assistenziali territoriali e l’opportunità di continuare a svolgere una vita attiva. Ne parla il prof. Giovanni Abbruzzese, Presidente Limpe (Lega Italiana per la lotta contro la malattia di Parkinson) e Responsabile del dipartimento di Scienze Neurologiche dell’Università di Genova.    
    Abbruzzese: su assistenza Parkinson, Italia in ritardo
  • 10 raccomandazioni per affrontare l’Anno Nuovo nel migliore dei modi

    Il periodo festivo potrebbe diventare un momento agrodolce per molti di noi, in particolare per le persone malate. C'è la tentazione di indulgere in cibo e bevande, c’è una gran folla in giro, fa freddo e viene buio presto. Incontrare la famiglia e gli amici che da un po’ di tempo non si vedevano potrebbe essere spiacevole perché noteranno la progressione della malattia. Tutte queste cose potrebbero rendere questo periodo molto stressante.
    10 raccomandazioni per affrontare l’Anno Nuovo nel migliore dei modi

[torna su]

ASSOCIAZIONI CONFEDERATE

LE ASSOCIAZIONI SI PRESENTANO

Parkinsoniani Associati Mestre Venezia e provincia

Un'associazione.... tanti progetti...

COLLABORIAMO CON


Avvisami!

Metti la tua Email e saprai quando ci sono nuovi articoli.

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Vedi tutti


© 2015 All right reserved | Parkinson Italia ONLUS - Via S. Vittore 16 - 20123 MILANO | Codice Fiscale: 96391930581 | Telefono: +39 348.75.85.755 | segreteria@parkinson-italia.it