Parkinson Italia - Confederazione Associazioni Italiane Parkinson e Parkinsonismi (onlus)

 
domenica 23 dicembre 2012

L’Agopuntura rallenta il Parkinson – Nuova scoperta

L’Agopuntura rallenta il Parkinson – Nuova scoperta

Una nuova ricerca rivela come l'agopuntura protegge il cervello nelle zone danneggiate dal Parkinson. Gli scienziati del ‘World Health Organization Collaborating Center for Traditional Medicine’ hanno scoperto due punti di agopuntura che impediscono la diminuzione di un importante enzima (tirosina idrossilasi) che protegge il cervello. Questo enzima aiuta il corpo a creare L-DOPA, un precursore della dopamina e importante farmaco usato nel trattamento del Parkinson.

È ormai noto che l'agopuntura previene la diminuzione della L-DOPA creando l’enzima che viene distrutto dal Parkinson nelle porzioni talamiche del cervello, migliorando in tal modo la funzione motoria. La perdita dei neuroni dopaminergici nella parte detta ‘substantia nigra’ del cervello è una chiave patologia nella malattia di Parkinson e nella discinesia tardiva.

Gli scienziati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) hanno scoperto che l'agopuntura inibisce le diminuzioni di tirosina idrossilasi nei neuroni nigrostriatali dopaminergici, in tal modo preserva i neuroni della dopamina nella parte substantia nigra del cervello. L'esaurimento di questi neuroni porta al Parkinson e la stimolazione dei punti di agopuntura GB34 e LV3 impedisce l'esaurimento sostenendo i livelli di tirosina idrossilasi

Il punto di agopuntura LV3 è stato storicamente usato per trattare tremori, come quelli associati al Parkinson. Si trova sul dorso del piede nel solco tra le ossa del primo e secondo metatarso. Le applicazioni più comuni per l'uso di LV3 includono il trattamento dei disturbi mestruali, mal di testa, vertigini, epilessia, tremori, ipertensione, insonnia e visione sfocata.

Il punto di agopuntura GB34, che si trova appena sotto il ginocchio, è stato storicamente usato per trattare una varietà di condizioni compresi emiplegia, paralisi totale del braccio, gamba e tronco su un lato del corpo. L'uso comune include il trattamento dei disturbi a tendini, legamenti e articolazioni. GB34 è indicato per il trattamento di condizioni dolorose correlate come la sciatica, dolore all'anca, dolori articolari, dolori muscolari, dolore ai tendini e dolore al ginocchio. 

Secondo la teoria della medicina cinese, entrambi i punti di agopuntura servono per armonizzare il canale Shaoyang. In questo modo entrambi i punti sono adatti per il trattamento dei disturbi associati a tremori e altri sintomi associati al Parkinson. 

Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se altri punti che armonizzino il canale Shaoyang possono evitare diminuzioni di tirosina idrossilasi nel cervello.


Reference:
Gene. 9 December 2012. Neuroprotective Changes of Thalamic Degeneration-Related Gene Expression by Acupuncture in an MPTP Mouse Model of Parkinsonism: Microarray Analysis. Sujung Yeo, Yeong-Gon Choi, Yeon-Mi Hong, Sabina Lim. Research Group of Pain and Neuroscience, WHO Collaborating Center for Traditional Medicine, East–west Medical Research Institute, Kyung Hee University, Seoul, Republic of Korea. Department of Basic Oriental Medical Science, College of Oriental Medicine, Kyung Hee University, Seoul, Republic of Korea.
 

[indietro]

[torna su]

ASSOCIAZIONI CONFEDERATE

LE ASSOCIAZIONI SI PRESENTANO

Parkinsoniani Associati Mestre Venezia e provincia

Un'associazione.... tanti progetti...

COLLABORIAMO CON


Avvisami!

Metti la tua Email e saprai quando ci sono nuovi articoli.

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Vedi tutti


© 2015 All right reserved | Parkinson Italia ONLUS - Via S. Vittore 16 - 20123 MILANO | Codice Fiscale: 96391930581 | Telefono: +39 348.75.85.755 | segreteria@parkinson-italia.it