Parkinson Italia - Confederazione Associazioni Italiane Parkinson e Parkinsonismi (onlus)

 
martedì 28 gennaio 2014

Parkinson Italia ONLUS ascoltata in Regione Lombardia

Parkinson Italia ONLUS ascoltata in Regione Lombardia

Non abbiamo dovuto attendere molto, le commissioni consigliari funzionano e, a quanto pare, non è difficile essere auditi in Regione Lombardia. È stata un’occasione per portare nel parlamento regionale lombardo le "Questioni intorno alla malattia di Parkinson", alcuni temi irrinunciabili che devono entrare nell'agenda politica.

E questo è parte della Mission della Confederazione Parkinson Italia ONLUS. Le questioni illustrate alla III Commissione Sanità, durante l’audizione del 27 gennaio scorso, sono state sintetizzate in quattro punti chiave, che andranno approfonditi in Direzione Regionale Sanità, come ha chiesto lo stesso presidente della Commissione, Rizzi, al termine dell'audizione.

I punti chiave illustrati sono:

1- La Malattia di Parkinson non è quello che sembra, serve informazione
La percezione intorno alla malattia di Parkinson è imprecisa e talvolta poco realistica, i numeri dei malati crescono, e con essi i problemi e le difficoltà. Il Parkinson non è una malattia per vecchi, il Parkinson non è una demenza, la soluzione per il Parkinson non è quasi mai l'istituzionalizzazione.

2- I giovani malati sono molti e necessitano di risposte dedicate
Ammalarsi prima dei 50 anni vuol dire essere soli, perdere il lavoro, non sapere come dedicarsi ai figli, come pagare il mutuo. 
Serve un luogo dove i giovani Parkinsoniani possano rivolgersi, servono delle politiche che consentano ai giovani Parkinsoniani di trovare una soluzione.

3- Le linee guida alla malattia rilasciate dal ministero sono importanti, non devono restare lettera morta
Le linee guide per la malattia di Parkinson espresse dal ministero rappresentano un eccellente punto di partenza. Devono essere "tradotte" in modo da non rimanere patrimonio dei tecnici, devono essere comunicate, la diffusione è l'anticamera dell'applicazione. Devono essere applicate. Vanno coinvolti tutti i soggetti della filiera.

4- Il Parkinson e i Parkinsonismi chiedono un trattamento individualizzato: serve più domiciliarità
La malattia di Parkinson chiede una terapia individualizzata. Una volta diagnosticata la malattia è opportuno che il paziente sia seguito in modo proattivo, è possibile ridurre effetti collaterali e incidenti attraverso un opportuno monitoraggio delle terapie.
L'esperienza ci insegna che dove è possibile monitorare e anticipare situazioni critiche, si riduce il ricorso alle strutture ospedaliere, si migliora la qualità della vita del paziente e delle famiglie, si ottimizzano i costi.
L'assistenza domiciliare è da perseguire in modo capillare.

L'attenzione della commissione è stata testimoniata dalle domande dei convenuti che hanno voluto approfondire i temi proposti. In modo particolare il presidente Rizzi ha voluto approfondire i progetti cercando di individuarne la praticabilità su scala regionale.
L'invito è stato di dare corso alle attività chiedendo un incontro operativo con la Direzione Regionale Sanità.

Giovanna Menicatti (responsabile della costituenda "Rete Regionale" di Parkinson Italia ONLUS) si è detta molto soddisfatta del risultato ottenuto. "Abbiamo finalmente raggiunto in modo efficace l'istituzione che maggiormente potrà rispondere alle nostre proposte e sostenere i nostri progetti.
 Le ‘Questioni intorno alla malattia di Parkinson’ continueranno ad essere oggetto delle attività della Confederazione finché non otterremo delle risposte soddisfacenti".


[indietro]

[torna su]

ASSOCIAZIONI CONFEDERATE

LE ASSOCIAZIONI SI PRESENTANO

Parkinsoniani Associati Mestre Venezia e provincia

Un'associazione.... tanti progetti...

COLLABORIAMO CON


Avvisami!

Metti la tua Email e saprai quando ci sono nuovi articoli.

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Vedi tutti


© 2015 All right reserved | Parkinson Italia ONLUS - Via S. Vittore 16 - 20123 MILANO | Codice Fiscale: 96391930581 | Telefono: +39 348.75.85.755 | segreteria@parkinson-italia.it