Parkinson Italia - Confederazione Associazioni Italiane Parkinson e Parkinsonismi (onlus)

 
martedì 19 aprile 2011

Commento alla tavola rotonda “Parkinson: una la malattia, molteplici le terapie”

Commento alla tavola rotonda “Parkinson: una la malattia, molteplici le terapie”

L’incontro, moderato dal dottor Carlo Gargiulo, si è svolto sabato 16 Aprile 2011, a Milano, presso l’Auditorium Recordati in via Civitali 1. Presenti una settantina di persone. Come la locandina dell’invito dichiarava, il tema della tavola rotonda ha avuto quest’anno un taglio diverso da quelli proposti negli altri nostri convegni.

All’evento, organizzato da APM Parkinson Lombardia ONLUS, non sono stati tanto (e non solo) presi in esame le nuove cure mediche e i risultati farmacologici, ma terapie alternative che aiutino il malato ad avere non solo benefici fisici, ma anche ad ottenere un benessere psicologico ed emozionale (vedi articolo col programma dell’incontro QUI).

La presenza di due illustri neurologi, il professor Alberto Priori e il dottor Claudio Pacchetti, che hanno pur parlato del percorso medico e farmacologico della terapia della malattia, ha confermato l’importanza dei metodi curativi detti, appunto, complementari, in quanto non sostituiscono – ma completano – la terapia farmacologica.

L’intervento della signora Attilia Cossio (moglie di un paziente) ha mostrato come, esprimendosi nel disegno e nella pittura fatta in gruppo, il malato di Parkinson riesce a superare il blocco che lo rende incapace di esprimere le sue emozioni più profonde, di farle conoscere e soprattutto di condividerle con i compagni e i familiari.

Anche la musica e le terapie a base musicale aiutano a realizzare una scioltezza di movimenti, di espressione e di voce che permette di partecipare meglio alla vita sociale.

È risultato anche importantissimo il lavoro sulla psiche perché il malato non diventi un isolato rinunciatario ma, pur conscio della malattia che in parte lo invalida fisicamente, non smetta di vivere e di portare il suo contributo nella vita associativa e lavorativa.

Mi è sembrato molto importante e chiarificatrice l’esperienza della signora Claudia Milani che, giovane malata, sente l’importanza e la necessità di continuare ad avere un ruolo nel lavoro e nella famiglia. Siamo abituati a pensare ai malati di Parkinson come a persone di mezza età, anziani che hanno ormai svolto il loro compito nella società, invece constatiamo ora che la malattia colpisce giovani in piena attività. Così, se è augurabile che anche l’anziano possa dedicarsi ai suoi affetti e ai suoi interessi, è assolutamente necessario aiutare i giovani a vivere una vita in cui ci si senta attivi e utili.

Perciò mi sembra che l’associazione della signora Claudia Milani (fondatrice e presidente AIGP – Associazione Italiana Giovani Parkinsoniani) sia molto interessante perché permette a questi malati di comunicarsi esperienze, consigli e sostegno.

La collaborazione che APM Parkinson Lombardia onlus e l’Associazione Italiana Giovani Parkinsoniani (AIGP) sono intenzionate a portare avanti – per affrontare le nuove tematiche che prendono in considerazione malati con età, esigenze, energie diverse – è assolutamente auspicabile.

Mi è sembrato infine di considerevole interesse il contributo del dott. Paolo Cervari che ha messo in luce come la figura professionale del Filosofo consulente possa essere di aiuto a chiunque si trovi a dover far fronte agli aspetti meno facili della vita. Non tanto, come farebbe uno psicologo, facendo riferimento alla storia personale del soggetto, ma supportandolo e guidandolo verso quell’accettazione del male – e quindi della malattia – che è stata uno dei temi ricorrenti della riflessione filosofica dai suoi albori nella Grecia presocratica.

Queste mi paiono le conclusioni che bisogna trarre da una discussione che è stata molto vivace e concreta e che ha incontrato tra il pubblico presente di malati e non, di giovani e anziani, molto interesse.

Angelamaria Ambrogio
(APM Parkinson Lombardia)


[indietro]

[torna su]

ASSOCIAZIONI CONFEDERATE

LE ASSOCIAZIONI SI PRESENTANO

Parkinsoniani Associati Mestre Venezia e provincia

Un'associazione.... tanti progetti...

COLLABORIAMO CON


Avvisami!

Metti la tua Email e saprai quando ci sono nuovi articoli.

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Vedi tutti


© 2015 All right reserved | Parkinson Italia ONLUS - Via S. Vittore 16 - 20123 MILANO | Codice Fiscale: 96391930581 | Telefono: +39 348.75.85.755 | segreteria@parkinson-italia.it