Parkinson Italia - Confederazione Associazioni Italiane Parkinson e Parkinsonismi (onlus)

 
venerdì 13 gennaio 2012

The Global Declaration

The Global Declaration

La prevalenza complessiva del Parkinson nel mondo è stimata in 6,3 milioni di casi, dei quali più del 10% sono diagnosticati prima dei 50 anni (2004).

La “Dichiarazione Globale sulla Malattia di Parkinson” è un documento stilato dal Gruppo di Lavoro sulla malattia di Parkinson, creato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) il 27 e 28 Maggio 1997 a Ginevra, presieduto da Mary Baker – allora presidente EPDA – che, appellandosi a tutti i Governi e le Autorità sanitarie della Terra, li invita a intraprendere un’azione risoluta per realizzare gli obiettivi e le raccomandazioni stabiliti nel meeting di Ginevra, relativamente alla gestione della Salute Pubblica con particolare riguardo alla malattia di Parkinson.

Il documento prosegue articolandosi in 10 punti di cui il più importante è il primo, che si riferisce alla Carta Mondiale dei Diritti delle Persone con malattia di Parkinson.

la Carta Mondiale dei Diritti delle persone con malattia di Parkinson, promulgata l’11 Aprile 1997, afferma che le persone con Parkinson hanno il diritto di:

  • Essere indirizzate a un medico con una competenza specifica nel Parkinson
     
  • Ricevere una diagnosi accurata
     
  • Avere accesso ai servizi di sostegno
     
  • Ricevere cure continuative
     
  • Partecipare alla gestione della malattia


In particolare, la Dichiarazione ha sollecitato tutti i governi a:

  • sostenere la Carta Mondiale dei Diritti delle persone con malattia di Parkinson
  • sensibilizzare l’opinione pubblica sulla malattia di Parkinson in quanto sfida prioritaria nel campo della salute, contribuendo in tal modo a ridurre lo stigma e a rimuovere ogni discriminazione ai danni delle persone con malattia di Parkinson nei luoghi di lavoro
  • migliorare la vita delle persone colpite da malattia di Parkinson, facendo in modo che ricevano cure adeguate; riformare l’istruzione medica a sostegno dell’iniziativa OMS “Salute per tutti”.
  • incoraggiare tutte le autorità sanitarie a livello mondiale a sostenere il concetto promosso dall’OMS di “Health for all“ (salute per tutti) e implementare dei programmi per la malattia di parkinson coerenti con le risorse disponibili in ciascuna fase dello sviluppo industriale, all’interno del modello di erogazione dei servizi a tre livelli (1- prevenzione e intervento urgente, 2 – intervento mirato o strategico, 3 – intervento intensivo)
  • Organizzare la cura in tutte le fasi della malattia secondo i risultati degli studi costi/benefici.
  • incoraggiare il partenariato tra neuroscienziati e operatori sanitari a individuare modi per migliorare l’accesso alle cure e al trattamento per tutte le persone con malattia di Parkinson e promuovere la pratica di linee guida per aiutare gli operatori sanitari nella gestione degli effetti collaterali dei farmaci, soprattutto tra gli anziani
  • sostenere la partnership tra medici e altri operatori sanitari con organizzazioni di volontariato non governative che rappresentano gli interessi dei pazienti per promuovere una migliore comprensione della malattia di Parkinson
  • raggiungere tutti i gruppi etnici e culturali dei pazienti, e di superare gli atteggiamenti negativi della società nei confronti malattie croniche neurologiche e psichiatriche e fornire assistenza concreta ai paesi con servizi per il Parkinson INSUFFICIENTI
  • incoraggiare la ricerca sul morbo di Parkinson e lo sviluppo di gruppi multidisciplinari per migliorare la sua gestione.

[indietro]

[torna su]

ASSOCIAZIONI CONFEDERATE

COLLABORIAMO CON


Avvisami!

Metti la tua Email e saprai quando ci sono nuovi articoli.

PROSSIMI APPUNTAMENTI

Vedi tutti


© 2011 Parkinson Italia - All right reserved | Parkinson Italia - Via S. Vittore 16 - 20123 MILANO | Telefono e fax: +39 02 36554377 | Codice Fiscale: 96391930581 | parkinsonitalia@parkinson-italia.it